Telai

Misurazione

Per avere un telaio esattamente dimensionato in funzione delle caratteristiche antropometriche, non si può prescindere dall’adottare una corretta metodologia di misurazione del soggetto.
Queste misure sono di fondamentale importanza, pertanto devono essere rilevate con la massima cura, anche ripetendo più volte la misurazione stessa.

12 3

MISURA DEL CAVALLO (fig.1)

Il soggetto deve essere in posizione bene eretta, con la schiena e le spalle appoggiate ad una parete verticale,
in calzoncini, a piedi nudi e leggermente divaricati.
La misura deve essere presa con una squadra alla massima estensione possibile.

MISURA DEL BRACCIO (fig.2)

Questa misura deve essere effettuata mantenendo il soggetto nella posizione descritta precedentemente.
Egli deve impugnare un cilindro che abbia lo stesso diametro del manubrio e tendere orizzontalmente il braccio senza staccare le spalle dalla parete;
la misura da prendere è quella tra la parete verticale ed il cilindro.

MISURA DEL TRONCO (fig.3)

Il soggetto deve essere seduto su uno sgabello, regolabile in altezza in modo che le gambe assumano una corretta posizione,
la schiena bene eretta così da appoggiare il bacino ed il dorso contro una parete verticale,
le spalle in posizione naturale.
La misura da effettuare deve essere quella tra il piano su cui il soggetto è seduto e la sporgenza della clavicola posta all’estremità della spalla.

MISURA DELLA COSCIA

E’ necessario mantenere il soggetto nella stessa posizione utilizzata per la misurazione del braccio,
la tibia deve essere tenuta verticale e la coscia orizzontale, appoggiare un’asta alle rotule e misurare la quota tra il muro e l’asta.

MISURA DELLA TIBIA

Nella stessa posizione descritta in precedenza, accertarsi che la tibia sia in posizione verticale;
la quota da rilevare deve essere quella tra il pavimento ed un’asta appoggiata sulle ginocchia del soggetto in corrispondenza della sporgenza superiore delle rotule.



NOTA

Bisogna prestare particolare cura alla misurazione del “cavallo” e del “tronco”. Nel calcolo delle dimensioni del telaio, queste due misure hanno infatti il “peso” maggiore.
 Da un punto di vista antropometrico, un soggetto può essere definito “normolineo” quando il rapporto tra la misura del tronco e quella del cavallo è intorno allo 0.73.

Questa rilevazione porta a determinare, per le misure medie, un telaio con sostanziale uguaglianza – o con piccole differenze – di lunghezza tra tubo piantone e tubo orizzontale (lunghezza telaio).
Viceversa una prevalenza nella misura del tronco/cavallo porterà a misure proporzionalmente maggiori del tubo orizzontale /tubo piantone. Dai calcoli derivanti seguendo questa procedura otteniamo un prodotto unico,
che varia da individuo ad individuo.